Ultima modifica: 30 Luglio 2019

Scuola Senza Zaino

L’Istituto Teresa Mattei ha avviato il percorso di formazione ed aderisce alle Linee Guida

della Rete di Scuola Senza Zaino

I valori portanti di

OSPITALITÀ, RESPONSABILITÀ e COMUNITÀ

appartengono alla storia del nostro Istituto fin dai tempi della prima sperimentazione negli anni ’80 ed hanno trovato spessore e corrispondenza nel progetto di Sperimentazione “Scuola Comunità e nel movimento che fa capo a Scuola Senza Zaino.

 

Senza Zaino è un progetto della Regione Toscana nato nel 2002 finalizzato alla diffusione di modalità didattiche che, a partire dall’esperienza realizzata in piccole comunità, introduce metodologie innovative e ruota attorno a concetti chiave quali: responsabilità, comunità, ospitalità.
L’esperienza nata in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “G.Mariti” di Fauglia (PI) in pochi anni si espande nella nostra regione fino a costituire la Rete delle Scuole aderenti al progetto.

 

La Rete delle Scuole Senza Zaino intende diffondere il Modello Senza Zaino attraverso percorsi di formazione per docenti e formatori, il coordinamento zonale, la modernizzazione  delle strutture di supporto, percorsi di accreditamento e certificazione e attività di valutazione.
Il modello della rete Senza Zaino nasce dall’idea di realizzare una scuola diversa da quella tradizionale che è normalmente impostata sull’insegnamento trasmissivo e standardizzato impartito nei tipici ambienti definiti cells & bells (celle e campanelle), unidimensionali.

Al contrario, Senza Zaino mira alla costruzione della scuola come comunità, luogo di condivisione, di cooperazione e co-costruzione del sapere attraverso la promozione di ambienti didattici innovativi.
La Rete intende promuovere e sostenere l’incremento delle scuole toscane fino a raggiungere la “quota 100 scuole” nel 2020.

Togliere lo zaino è un gesto reale: gli studenti  sono dotati solo di una cartellina leggera per i compiti a casa, mentre le aule e i vari ambienti scolastici vengono arredati con mobilio funzionale con una grande varietà di strumenti didattici sia tattili che digitali.

 

Ma togliere lo zaino ha anche un significato simbolico in quanto vengono utilizzate pratiche e metodologie innovative che si ispirano a tre valori:

  • la responsabilità
  • la comunità
  • l’ospitalità.

Gli studenti sono impegnati ad assumersi la responsabilità della propria crescita e di quella degli altri, in una prospettiva di cittadinanza planetaria.

Gli insegnanti sviluppano una comunità di scambio di pratiche stimolando la cooperazione tra gli studenti.

La scuola realizza l’ospitalità organizzando gli ambienti, considerando le particolarità di ciascun studente, differenziando l’insegnamento.

 

 

Scarica la Presentazione di Scuola Senza Zaino al Collegio Docenti

 

https://icmattei.edu.it/wp-content/uploads/2016/01/Scuola-senza-zaino-Teresa-Mattei.pptx.pdf

Da settembre anche a Bagno a Ripoli la “scuola senza zaino” | FOTO
Contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzare il contenuto

RASSEGNA STAMPA




Link vai su